Il libro delle illusioni Paul AusterCari amici, cari lettori,
Chi era Hector Mann?
Se vi cimenterete nella lettura de Il Libro delle Illusioni di Paul Auster Ed. Einaudi resterete rapiti da questo personaggio e dal mondo che lo scrittore riesce a creare attorno alla sua storia.
Mann era un attore del cinema muto nella Hollywood degli anni Venti, scomparso nel nulla in un giorno di gennaio del 1929.
David Zimmer, scrittore e traduttore, è la figura centrale del libro. Nel vedere per la prima volta un film di Hector Mann, Zimmer ritrova il sorriso che aveva perduto da molti mesi a causa di una terribile tragedia familiare.
Come se fosse attratto da una forza superiore, Zimmer vede quindi tutti i film di Hector Mann e rimane rapito dalla sua figura, al punto da scriverne un libro.
Sullo schermo Hector Mann è geniale, carismatico, magnetico, si muove davanti la macchina da presa come una prima ballerina: la magia del cinema muto fa il resto.
Poi accadono dei fatti che fanno entrare Zimmer nella vita reale di Hector Mann, facendogli vivere la sua incredibile storia. Un storia di intrecci sentimentali, omicidi, fughe e vagabondaggi. Infine un progetto grandioso e folle: una sfida al nulla, la messa in scena di un’opera finale, destinata a cancellarsi da sola.
Auster ci lascia una domanda profonda: perché e per chi esiste l’arte?
L’arte che può addirittura dare e togliere la vita.
Buona lettura!